L’apparenza inganna come mostra anche questo cortometraggio virale

Di frequente tendiamo a giudicare dal 1° impatto visivo gli individui che conosciamo da poco.

Comunque non sempre quello che l’aspetto fisico o la prima impressione ci trasmettono di una persona, basta a rappresentare la sua autentica personalità.

Succede talvolta, difatti, che per svariati motivi, una persona poco prima conosciuta a causa del suo aspetto o del suo atteggiamento, possa trasmettere un’impressione sbagliata e lontana dalla verità.

Molte volte vi verrà successo di credere che una persona fosse scostante o scorbutica a causa della sua timidezza e che successivamente parlandovi vi accorgesse della stupenda persona che era in verità.

Ancora una persona dall’aspetto assai piacente può suscitare invidia o a causa di un luogo comune sembrare poco dotata di intelletto e invece successivamente rivelarsi notevolmente intelligente e sensibile.

Nel peggiore dei casi vi verrà successo di restare tanto delusi da una persona falsa che a 1° impatto era sembrata disponibile e benevola e invece vi ha traditi alle spalle.

In verità il soltanto modo per conoscere effettivamente una persona è trascorrerci del tempo assieme, comprendere la sua personalità sino in fondo, parlare di argomenti profondi e personali e comprendere se vi sia feeling tra le vostre personalità.

Può difatti capitare che 2 personalità siano incompatibili, ma questo non vuol dire che uno dei 2 sia necessariamente in torto.

La vera essenza della gente è qualcosa di parecchio più profondo dell’idea che possiamo farci guardandoli da una foto, che dovrebbe con alte probabilità essere influenzata da pregiudizi.

É assai fondamentale tenere a mente questo pensiero, specialmente all’interno di una società che basa tutto, ora, sull’apparire e non sull’essere.

(371 visite totali, 1 visite giornaliere)