Il vicino chiede di tenere in braccio il bambino – il padre osserva da vicino la foto e il suo post diventa virale

Crescere con una forte figura paterna al proprio fianco forse non è un prerequisito basilare per una ottima infanzia, ma di certo rende le cose più facili.

Fin da bimbo Cody Stuart era consapevole che un giorno avrebbe voluto essere papà e avere una numerosa famiglia.

Comunque è cresciuto con un grande vuoto al suo fianco, dovuto all’assenza del papà, gli mancava di certo una solida mano che fosse lì a guidarlo.

Per tutta la vita perciò Cody ha cercato di fare affidamento sugli uomini forti e le figure paterne che lo hanno circondato.

La sua grande fortuna è stata avere un vicino di casa che lo ha preso assai a cuore di nome signor Chip.

Prima che Cody e il suo vicino di casa Milton West, detto signor Chip, iniziassero a relazionarsi e parlare, passò notevolmente tempo, ma dopo aver condiviso la foto dell’amorevole uomo e del suo bimbo la storia è diventata davvero virale.

Dopo aver notato il accaduto così inaspettato che la sua foto aveva avuto, Cody ha deciso di svelare a tutti il perché di quell’immagine così significativa per lui.

“Ho visto che a tante persone è piaciuta questa foto, dunque volevo prendermi un minuto per rivelare la sua storia”, scrive Cody.

“Milton West è stato il mio vicino di casa nel corso della mia infanzia, lo chiamavo col nome di Mr Chip. Nel corso degli anni è sempre stato lì per me da quando ero soltanto un bimbo di 2 anni.

Crescere senza un papà è sempre stato complicato per me. Ma il buon Dio mi ha sempre circondato di grandi uomini, il signor Chip era uno di loro.

Ha sempre predicato il valore dell’educazione, mi ha insegnato come prendermi cura di un cantiere. Mi ha insegnato a vedere gli individui per quello che sono e non per quello che sembrano.

Mi ha insegnato a trattare mia mamma come una santa e tante altre lezioni di vita le devo a lui.
I suoi contributi nel farmi divenire un buon papà, un buon figlio e un uomo sono stati enormi.

Sarò per sempre grato a Dio per avermelo fatto incontrare nel corso della mia vita.

Così io e mia compagna lo passato Maggio abbiamo avuto un bimbo che abbiamo chiamato Bob Wayne Shugart.

Quando il signor Chip e sua compagna Shirley lo hanno visto si sono innamorati di lui. Ogni tanto gli fanno anche da baby sitter e ogni volta che possiamo andiamo a trovarli.

L’ultima volta che siamo stati da loro il signor Chip ha detto che vuole essere chiamato “POP” e chiama il piccolo Bob nipote.

Abbiamo perciò dovuto inventare un nome anche per sua compagna che è diventata “Lolli”., così quanto andiamo a trovarli diciamo a Bob che lo stiamo portando da Lolli-pop!

Se mio figlio imparerà da lui, la metà delle cose che ho imparato io sarà un grande uomo.

Tutti i giorni leggo qualcosa di negativo sul razzismo che peggiora sempre di più. Non sono d’accordo con tutto quello e spero che questo sia un messaggio positivo e di amore per tante persone”.

Quest’uomo ha voluto ringraziare pubblicamente, l’uomo dal diverso colore della sua pelle, che gli ha dato grandi lezioni di vita. Non era il papà, ma un vicino amorevole.

Con la sua storia positiva ha voluto dare una risposta a tutti commenti razzisti che tutti i giorni legge su internet, una piccola testimonianza dal grande valore.

(770 visite totali, 1 visite giornaliere)