Un malintenzionato cerca di attirare un 12enne – ma lui ricorda il trucco dei genitori e si salva

Capita sfortunatamente non di rado che uomini o donne non esattamente ben intenzionati si appostino in aree frequentate da ragazzini e bimbi come scuole o parchi.

Fortunatamente i genitori sono di frequente previdenti e mettono in guardia i loro giovani figlioli insegnandogli come comportarsi qualora dovessero trovarsi in situazioni scomode o pericolose.

Anche gli insegnanti di frequente partecipano a un’educazione di questo tipo assai formativa e utile per la sicurezza dei bimbi.

Succede sfortunatamente che certi ragazzi troppo giovani, ingenui o spaventati cadano nella rete di questi malviventi.

Fortunatamente oggi non vi racconteremo della seconda ipotesi, ma di una disavventura che termina con il lieto fine.

Il protagonista di questa storia è un giovane ragazzo di soli 12 anni, il suo nome è Duncan.

Un pomeriggio il piccolo Duncan si stava recando a casa sua dopo essere stato per una visita a casa di suo cugino.

Ma nel momento in cui è sulla via di casa, lungo il marciapiedi, il giovane si accorge di un’ automobile accostata sul ciglio della strada, al cui interno si trova un uomo losco e dall’aria sospettosa.

Duncan avvertendo la momento di rischio comincia ad allarmarsi e ad accelerare il passo, quando successivamente aver superato l’auto sente l’uomo chiamarlo e urlare da dietro il finestrino alzato:

” hey ragazzo, vuoi delle caramelle? ”.

Il piccolo risponde di “no” ma il malvivente non contento decide di scendere dall’auto e inseguirlo e addirittura lo afferra per una manica della maglietta.

È a quel punto che Duncan ricorda uno dei trucchi che gli avevano insegnato i suoi genitori e dopo aver inserito in mezzo alle nocche il portachiavi assesta un pugno sul viso dell’aggressore.

L’uomo stordito cade a terra e consente così al bimbo di fuggire.

Una volta in fuga Duncan si rifugia tra i cespugli di un parco vicino da cui spia il suo aggressore andarsene.

I genitori dopo la storia raccontata dal figlio in intervista su news. yahoo hanno detto: “Sarebbe potuta andare malissimo anche soltanto una piccola cosa e la storia sarebbe stata diversa. Non vogliamo nemmeno pensarci. ”

La polizia di Centerville, nello Utah, sta indagando sul tentato rapimento avvenuto al 12enne.

(1.766 visite totali, 1 visite giornaliere)