Quello che si cela dietro la porta di questa casa di 24mq è più grande di quello che si può pensare

Oggi il trasferimento dalla propria città ad un’altra località, di frequente estera, è all’ordine del giorno per i giovani del nostro Paese.

Succede comunque che di frequente a causa delle risorse economiche limitate e dei prezzi esorbitanti i giovani non riescano a permettersi un appartamento e siano costretti a prendere una stanza in affitto in un’abitazione in condivisione, con coinquilini non sempre esattamente piacevoli.

Quando sono fortunati e hanno sufficientemente soldi a disposizione i giovani che lasciano la casa dei genitori trovano dei minuscoli monolocali dove recarsi a vivere, è questo il caso di Christian Schallert che dopo esserci trasferito a Barcellona ha deciso di acquistare un monolocale di 24mq.

Starete pensando che di certo non deve essere il massimo della comodità, ma con l’aiuto di un’abile architetto l’uomo è riuscito a dotare di ogni comfort la sua piccola abitazione.

L’architetto ha difatti inserito nel suo progetto elementi come un balcone, un bagno, una camera da letto e una piccola cucina benissimo funzionante e dotata di tutto il essenziale per vivere in comodità.

Christian ha ristrutturato difatti la sua casa ispirandosi alle architetture giapponesi e alle imbarcazioni, all’interno delle quali tutto è sviluppato per scompartimenti.

Difatti se a un 1° impatto la piccola dimora spagnola può sembrare vuota e prima di funzionalità ci sono tanti scompartimenti che nascondono svariate sorprese.

La casa grazie agli scompartimenti acquista un aspetto assai ordinato grazie all’inutilizzo temporaneo delle aree dell’abitazione che in quel momento non sono in funzione.

Si tratta di un’abitazione adorabile e perfetta per un single in cerca di indipendenza.

Credit: Youtube/Kirsten Dirksen

(327 visite totali, 1 visite giornaliere)