La maestra viene umiliata di fronte a tutta la classe dalla mamma di un alunno. La sua risposta ha fatto il giro del pianeta

Julie Marburger, questo è il nome dell’insegnante Texana che ha scritto un messaggio su Facebook che ha fatto il giro del pianeta. Ha parlato di quanto ogni tanto il comportamento di certuni genitori possano essere frustranti, ed ha ricevuto il supporto di tante persone.

La maestra lavora in una scuola elementare, ed ha deciso di rivelare qualcosa che le è successo lasciandola a bocca aperta.

Capita di frequente che uno studente manchi di rispetto ad un insegnante, quest’ultimo conseguentemente convoca i genitori. Ma alle volte può capitare che piuttosto di rimproverare il figlio, i genitori lo difendano a spada tratta, prendendosela con l’insegnante. Questo atteggiamento però non fa altro che dare forza al comportamento sbagliato dello studente.

“I genitori sono diventati irrispettosi ed i loro figlioli sono ancora peggio”, comincia così il post di Julie.

L’insegnante ha deciso di pubblicare le foto della classe tutta in disordine per far capire che alle volte i suoi alunni non hanno considerazione nè per l’istruzione nè per i loro effetti personali.

Gli alunni hanno distrutto la libreria ed i libri sono strappati e sparpagliati ovunque.

“Ne ho sufficientemente di questa assenza di rispetto che i bimbi mostrano nei confronti delle cose personali e del materiale scolastico. Vorrei mettere fine a comportamenti, che sino ad oggi ho sopportato. Oggi una delle madri pensava che io avessi sbagliato nel rimproverare i comportamenti sbagliati del figlio. E me lo ha detto, di fronte a tutti. Devono smettere di viziare d appoggiare sempre i propri figlioli. È un fenomeno assai diffuso nella nostra società. Non è giusto istruire ai bimbi che è giusto comportarsi così. Questo non condurrà loro al accaduto oppure alla felicità”.

La maestra dopo il post pensava che sarebbe stata ripresa, piuttosto in molti l’hanno supportata.

La donna ha ricevuto molti messaggi di supporto da parte di altri insegnanti, ma anche da genitori che la pensano come lei.

È anche stata invitata al famoso programma americano “Good Morning America”.

“Non volevo divenire portavoce di qualcosa. Non sono la persona più qualificata per farlo e di certo non sono l’insegnante migliore al pianeta. Forse le mie parole, espresse in una fase di disperazione, hanno toccato corde scoperte”.

Oggi, dopo un anno, la donna copre nuovi ruoli a scuola e scrive sistematicamente su un blog in cui parla di strategie educative e genitoriali. La donna non ha intenzione di lasciare la scuola, ma vuole spronare i genitori a cambiare atteggiamento.

loading...
(336 visite totali, 1 visite giornaliere)