Gemelle siamesi, dopo un anno dalla separazione festeggiano la loro nuova vita

2 gemelle siamesi, dopo un anno che sono state separate, festeggiano la loro nuova vita

È sempre una grande gioia quando una coppia aspetta un bimbo, ma se successivamente la gravidanza è gemellare la gioia e la felicità raddoppiano.

Rivelare di attendere 2 gemelli a volte è la news più appagante per la maggioranza dei genitori. Il parto gemellare non è un evento così comune.

Questa coppia nello specifico era felicissima di avere 2 belle bambine da amare. Ma sfortunatamente, dopo aver eseguito un’ecografia, i dottori hanno avvisato i genitori del problema che avevano scoperto: le 2 gemelle sembravano essere congiunte fisicamente.

Tuttavia abbiano ricevuto innumerevoli rassicurazioni da parte dei dottori, che avevano già esperienza, per aver separato altre coppie di gemelli siamesi con accaduto, i genitori erano tuttavia assai preoccupati.

Il panico e la preoccupazione che ogni genitore affronta quando lascia il proprio figlio nelle mani di un chirurgo, e sa che non può fare niente per essere d’aiuto al suo piccolino, se non pregare e sperare che tutto vada per il meglio.

Un anno fa, le piccole Heather e Diley Delaney hanno dovuto affrontare questa complicata prova.

Il reparto di maternità all’avanguardia, dell’ospedale Children’s Hospital of Philadelphia ha confermato che le 2 bambine condividevano determinate parti della loro testa.

Le 2 bambine, sono nate premature di 10 settimane, Erin e Abbey, pesavano soltanto 900 grammi, e non potevano ancora affrontare lo stress di un’operazione chirurgica, perché troppo piccole.

Le bambine condividevano vasi sanguigni essenziali e la materia cerebrale. L’intervento per dividerle si presentava notevolmente complessa e delicata.

Con il consenso dei genitori, gli 11 mesi successivi, uno strabiliante gruppo di chirurghi ha studiato il caso delle 2 gemelle siamesi.

L’intervento, in seguito, si è conclusa con successo, dopo quattordici ore in sala operatoria.

Questa è stata la prima operazione condotta con successo su un caso così complicato e su bimbi così piccoli.

Ma certamente non è stata una camminata per nessuno, le bambine in seguito hanno immediatamente ulteriori interventi chirurgici, per ricostruire le parti del loro cranio interessate dall’operazione.

Poi hanno dovuto fare tanta fisioterapia per rafforzare gli arti poco sviluppati e i muscoli.

Oggi le bambine, dicono i dottori, stanno recuperando in metodo davvero abbondante. Ad un anno dalla loro separazione il filmato che mostra come stanno oggi le bambine.

loading...
(481 visite totali, 1 visite giornaliere)